Eventi che interessano la Nuova Parrocchia

Domenica 22 aprile 2018

IV DOMENICA DI PASQUA (ANNO B)

Gesù dà la vita per noi. È lui che ce la dà, tiene a precisare, nessuno gliela toglie. Lui, solo lui, ha il potere di offrire la sua vita e di riprenderla di nuovo. In questo sta la sua autorevolezza, nel potere dell'impotenza, a cui Dio nella morte si è volontariamente esposto.
Gli uomini possono seguire Gesù solo in forza di questa sua autorevolezza. Per essa ne conoscono la voce, subiscono il fascino della sua Presenza, si dispongono alla sequela. Solo nel vivere questa appartenenza il cristiano diventa a sua volta autorevole, cioè capace di incontrare l'altro, di amarlo e di dar la sua vita per lui. L'appartenenza fa essere eco fragile e tenace della sua Presenza e suscita la nostalgia di poterlo incontrare.

Della bontà del Signore è piena la terra;
la sua parola ha creato i cieli. Alleluia.
(Sal 33,5-6)

 

ESORTAZIONE APOSTOLICA

(19 marzo 2018)




GAUDETE ET EXSULTATE

DEL SANTO PADRE FRANCESCO



SULLA CHIAMATA ALLA SANTITÀ
NEL MONDO CONTEMPORANEO



 
... il video di presentazione ... per te !
Clicca per ingrandire l'immagine

del SANTO PADRE FRANCESCO

Clicca per ingrandire l'immagine
1. «Rallegratevi ed esultate» (Mt 5,12), dice Gesù a coloro che sono perseguitati o umiliati per causa sua. Il Signore chiede tutto, e quello che offre è la vera vita, la felicità per la quale siamo stati creati. Egli ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un'esistenza mediocre, annacquata, inconsistente. In realtà, fin dalle prime pagine della Bibbia è presente, in diversi modi, la chiamata alla santità. Così il Signore la proponeva ad Abramo: «Cammina davanti a me e sii integro» (Gen 17,1).

2. Non ci si deve aspettare qui un trattato sulla santità, con tante definizioni e distinzioni che potrebbero arricchire questo importante tema, o con analisi che si potrebbero fare circa i mezzi di santificazione. Il mio umile obiettivo è far risuonare ancora una volta la chiamata alla santità, cercando di incarnarla nel contesto attuale, con i suoi rischi, le sue sfide e le sue opportunità. Perché il Signore ha scelto ciascuno di noi «per essere santi e immacolati di fronte a Lui nella carità» (Ef 1,4) ...
 
... il testo

Diocesi di Parma - Anno pastorale 2017-2018


Lettera del Vescovo Enrico

"Quello che abbiamo udito ...
lo annunciamo a voi"


Una nuova tappa di evangelizzazione
per la Chiesa di Parma


... in aggiornamento ...



ANNUNZIO DEL GIORNO DELLA PASQUA 

  Fratelli carissimi, la gloria del Signore si è manifestata e sempre si manifesterà in mezzo a noi fino al suo ritorno.
Nei ritmi e nelle vicende del tempo ricordiamo e viviamo i misteri della salvezza.
Centro di tutto l'anno liturgico è il Triduo del Signore crocifisso, sepolto e risorto, che culminerà nella domenica di Pasqua il 1° aprile.
In ogni domenica, Pasqua della settimana, la santa Chiesa rende presente questo grande evento nel quale Cristo ha vinto il peccato e la morte.
Dalla Pasqua scaturiscono tutti i giorni santi:
Le Ceneri, inizio della Quaresima, il 14 febbraio.
L'Ascensione del Signore, il 13 maggio.
La Pentecoste, il 20 maggio.
La prima domenica di Avvento, il 2 dicembre.
Anche nelle feste della santa Madre di Dio, degli apostoli, dei santi e nella commemorazione dei fedeli defunti, la Chiesa pellegrina sulla terra proclama la Pasqua del suo Signore.

A Cristo che era, che è e che viene, Signore del tempo e della storia, lode perenne nei secoli dei secoli.
Amen.

Scuola di formazione Teologica

CENTRO PASTORALE
Via Solferino - Parma
Seminario Minore


  • Sabato pomeriggio dalle 15.00 alle 18:15.

Lo studio si basa su due pilastri:
  • lo studio della Sacra Scrittura
  • la lettura dei Documenti del Concilio Ecumenico Vaticano II.

Per indormazioni: Bedodi don Flavio (0521 487469).

Lo scopo della scuola è primariamente la formazione personale, ma è molto utile a chi si vuole impegnare in servizi per la comunità.

ESORTAZIONE APOSTOLICA

Clicca per ingrandire l'immagine(19 marzo 2016)


AMORIS LAETITIA
DEL SANTO PADRE FRANCESCO


AI VESCOVI, AI PRESBITERI E AI DIACONI,
ALLE PERSONE CONSACRATE, AGLI SPOSI CRISTIANI
E A TUTTI I FEDELI LAICI

SULL'AMORE NELLA FAMIGLIA

1. La gioia dell'amore che si vive nelle famiglie è anche il giubilo della Chiesa. Come hanno indicato i Padri sinodali, malgrado i numerosi segni di crisi del matrimonio, «il desiderio di famiglia resta vivo, in specie fra i giovani, e motiva la Chiesa».[1] Come risposta a questa aspirazione «l'annuncio cristiano che riguarda la famiglia è davvero una buona notizia»...
 
... il testo

LETTERA APOSTOLICA

Clicca per ingrandire l'immagine(20 novembre 2016)

MISERICORDIA ET MISERA
DEL SANTO PADRE FRANCESCO

Misericordia et misera sono le due parole che sant'Agostino utilizza per raccontare l'incontro tra Gesù e l'adultera (cfr Gv 8,1-11). Non poteva trovare espressione più bella e coerente di questa per far comprendere il mistero dell'amore di Dio quando viene incontro al peccatore: «Rimasero soltanto loro due: la misera e la misericordia».[1] Quanta pietà e giustizia divina in questo racconto! Il suo insegnamento viene a illuminare la conclusione del Giubileo Straordinario della Misericordia, mentre indica il cammino che siamo chiamati a percorrere nel futuro.

1. Questa pagina del Vangelo può a buon diritto essere assunta come icona di quanto abbiamo celebrato nell'Anno Santo, un tempo ricco di misericordia, la quale chiede di essere ancora celebrata e vissuta ...
... il testo

ESORTAZIONE APOSTOLICA

Clicca per ingrandire l'immagine(24 novembre 2013)

EVANGELII GAUDIUM
DEL SANTO PADRE FRANCESCO


AI VESCOVI
AI PRESBITERI E AI DIACONI
ALLE PERSONE CONSACRATE
E AI FEDELI LAICI
SULL' ANNUNCIO DEL VANGELO NEL MONDO ATTUALE


1. La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall'isolamento. Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia. In questa Esortazione desidero indirizzarmi ai fedeli cristiani, per invitarli a una nuova tappa evangelizzatrice marcata da questa gioia e indicare vie per il cammino della Chiesa nei prossimi anni. ...
 
... il testo

Centro Ignaziano di Spiritualità

Clicca per ingrandire l'immagine
Strada Università, 10 - 43121 Parma

  Il centro Ignaziano di Spiritualità Carlo Maria Martini, già "San Rocco" è una realtà che vede collaborare insieme laici e padri gesuiti per offrire delle proposte a tutti coloro che desiderano prendersi cura della propria vita spirituale, approfondire il proprio rapporto col Signore e a chi cerca un momento di silenzio e di raccoglimento.

Il centro propone le seguenti attività:
  • Catechesi del Buon Pastore per bambini dai 3 ai 12 anni
  • Catechesi Biblica per ragazzi a partire dai 13 anni
  • Ritiri mensili accompagnati da Padre Enrico Simoncini s.j.
  • Incontri al Centro
  • Esercizi sprituali nel tempo dell'Avvento
  • Meditazioni in tempo di Quaresima
Approfondisci: eventi

Formazione 2018 - 19

Clicca per ingrandire l'immagine
La formazione è una delle sfide più urgenti della Chiesa che cambia: da questa convinzione è nato il Corso di formazione per formatori pastorali, con lo scopo di promuovere una forte corresponsabilità del laicato, rendere le Nuove Parrocchie sempre più riferimenti e scuole di comunione, individuare e sostenere una pluralità di figure ministeriali nelle Nuove Parrocchie e formare referenti per l'animazione dei diversi ambiti di vita.

Tutte le informazioni le trovi nella sezione dedicata sul sito diocesano.

Sabato 7 aprile 2018

Visita Pastorale

Clicca per ingrandire l'immagine
del Vescovo Mons. Enrico Solmi
alla Nuova Parrocchia Santa Maria Assunta.

Si è svolta nella settimana da
lunedì 13 a domenica 19 Marzo 2017